La sorella che non ho mai avuto…

Era il 1991. Roberto ed io vivevamo da pochi mesi in Toscana.
La nostra attività era promuovere i corsi di memoria a Pisa e Firenze dove vi erano dei centri operativi di cui ci era stata data la responsabilità. Quei primi mesi toscani non furono facili… ambiente nuovo, persone nuove, 4 mesi di vita in un camper prima di trovare una casa con un prezzo accessibile, pochi soldi nelle nostre tasche e la guerra del golfo che nel gennaio di quell’anno raffreddò gli animi di molti nostri potenziali clienti.

Una delle iniziative di quel periodo per fare iscritti ai corsi fu organizzare delle serate di presentazione nelle varie località dell’interland fiorentino… Tanto lavoro di “locandinaggio e volantinaggio” (non avevamo molto altro di cui avvalerci 20 anni fa) per risultati spesso insoddisfacenti.
Fu così anche quella fredda sera di marzo a Empoli.
Un fallimento. Solo 6 persone in sala. Ormai eravamo lì e per rispetto di quei pochi, facemmo comunque la serata come se fossero stati 40.

Non sapevamo ancora che in quell’occasione avremmo incontrato per la prima volta una delle persone più importanti della nostra vita! La mia amica Irene!

Irene e sua sorella Claudia s’iscrissero al nostro corso quella sera stessa! Claudia frequentò a Pisa pochi giorni dopo, mentre Irene venne a Firenze qualche settimana più tardi.
Il suo corso di memoria, nonostante fosse uguale a mille altri, lo ricordo perfettamente, perché iniziò la sera in cui si incendiò il Moby Prince. Forse la cosa non mi avrebbe tanto colpito se su quel traghetto non ci fosse stata la mamma di un nostro collaboratore, ma sta di fatto che la notizia mi scioccò davvero e questo. fece imprimere indelebilmente nella mia mente quel venerdì 10 aprile 1991.

Questi due episodi, la presentazione a Empoli e il corso a Firenze sono i miei primi ricordi di Irene.
Da allora le nostre strade non si sono mai divise e siamo diventate “grandi” insieme!

Nel 1992 nacque HRD Training Group e tutto si ri-impostò sotto una nuova luce. Irene era parte del nostro nuovo progetto.
Il suo impegno e la sua dedizione erano particolari, su di lei potevi contare, lo si capiva subito… Bastarono pochi mesi perché si creasse tra noi una splendida intesa e sinergia che nel tempo si trasformò in fiducia vera.

Irene continuò a crescere in capacità, credibilità e affidabilità e quando nel ‘94 Roberto ed io decidemmo di trasferirci in Lombardia, Irene rimase un fondamentale punto di riferimento per l’attività a Pisa che proseguì regolarmente anche senza la nostra costante presenza.

Nel 1998 decisi di parlarle a quattr’occhi. Una chiacchierata importante che avrebbe cambiato il suo futuro. Eravamo cresciuti molto professionalmente, era nata l’HRD Academy e avevamo molti centri operativi dei corsi di memoria in numerose città Italiane. Avevamo bisogno di un ufficio, una segreteria centralizzata e qualcuno di cui fidarci per amministrare e coordinare il tutto.

“Solo Irene è la persona giusta – dissi a Roberto – Deve venire a Milano”!

Ricordo ancora il giorno in cui fui io a chiederle di trasferirsi. Sapevo che avrebbe fatto un po’ di resistenza, che la metropoli non la allettava e che non sarei stata così brava a spiegarle il suo nuovo ruolo, considerato che non era così chiaro neppure nella mia testa, ma sapevo anche che non ero disposta ad accettare un no.
E così fu. Dal 1998 Irene vive a Milano. Ora è la sua città!

Era una mia iscritta personale, ”mia figlia” come l’ho chiamata simpaticamente per anni. Aveva iniziato seguendo me in tutto e per tutto. Ero coordinatrice, lei divenne coordinatrice, ero docente dei corsi e lei divenne docente dei corsi, mi occupavo della logistica degli eventi, lei divenne la responsabile logistica, ero Staff Leader, divenne Staff Leader e potrei allungare la lista dei molteplici ruoli ricoperti da entrambe nella nostra carriera.
Ciò che conta però è che Irene nel tempo diventò migliore della maestra. Credo che una mia caratteristica vincente sia sempre stata quella di non avere paura di circondarmi di persone migliori e più capaci di me. La Ire lo è sempre stata e quando non lo era, si metteva in condizioni di esserlo e questo generava subito sicurezza e affidabilità. Oggi le sue competenze spaziano in svariati campi e sono io ad appoggiarmi alla sua “preparazione” in più di un’occasione.

HRD non si è fatta certo mancare la varietà in questi anni e di salite impegnative ne abbiamo percorse tante. In tutti i momenti di dubbio e di difficoltà, così come in tutti i momenti di successo e di soddisfazione, Irene c’era, sempre presente al nostro fianco, un punto fermo…
C’era per me personalmente, c’era per noi.

Forse, in principio, noi abbiamo avuto fiducia in lei più di quanto lei ne avesse in se stessa, ma di certo in alcuni frangenti successivi lei ne ha avuta in noi più di quanto noi fossimo consapevolmente in grado di ispirarne.

Irene rappresenta HRD tanto quanto la rappresentiamo Roberto ed io, ma ciò che più conta è che è la nostra migliore amica, è la madrina di nostro figlio e da un paio di anni è diventata socia dell’azienda che con tanta passione e dedizione ci ha aiutato a creare. Attestati di stima non indifferenti a dimostrazione di quanto sia una persona speciale per la nostra vita.

1991-2011… 20 anni insieme!
Questo mese festeggiamo questo straordinario anniversario, ma la ricorrenza è solo un pretesto per celebrare l’amicizia, la lealtà, la fiducia, l’amore, i valori e i principi che se condivisi e rispettati uniscono le persone nel tempo.

Mi piace la nostra “storia” e mi è difficile raccontarla perché non è una storia solo di fatti, ma di emozioni e di tasselli messi ad uno ad uno nel tempo, tasselli che hanno creato solidità e forza, complicità e stima, crescita e risultati.

Negli anni Irene è diventata mia “sorella”!
Non ho avuto una sorella nei primi anni della mia vita, ma l’Universo me ne ha donata una davvero straordinaria, la migliore che potessi desiderare.
E per me essere sorelle significa esattamente avere il rapporto che abbiamo noi.

Roberta Cuttica

Nessun commento

    Viagra a eu bien plus d'impact que le sexe | Online-Behandlung mit günstigem Viagra | Schaamtevrije manieren om Viagra te krijgen | La farmacia online consegna il Viagra | El dominio del mercado de Viagra